BikeRide.it
BLOGhomepoesieraccontiriflessioni
scrivi
19/09/2013 22:18:16
Ascensore
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

Non soffro il chiuso, eppure odio l’ascensore. Colpa del tabagista del quarto piano che esce di casa in piena crisi d’astinenza. Colpa della vegliarda del terzo che si improfuma col deodorante per cessi. Ma è, soprattutto, colpa del tipo del quinto che mi aspetta tutte le volte e, parandosi davanti al tastierino, mi chiede: Che piano?
Ma cazzo, sono sei anni che me lo chiedi, stò cercando di restare in apnea!

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=150

commenta

scrivi
ALESSIO19/09/2013 22:03:30
Questioni di stile
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

“La classe non è acqua”


Ma che significa?

Mi piacerebbe incontrarti in mezzo al deserto del Gobi,
tu con la tua classe ed io con il mio bicchiere trasudante,
allora si che avrebbe un senso compiuto:

“Uè, Billie Jean! La classe non è acqua!”



Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=149

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 22:09:33
Amici
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

L’amicizia si sente, si prova, si gode, si soffre, come tutte le passioni.
Non si può scambiare come merce, non si deve recitare per convenienza.
Il mondo è pieno di finti amici, di feticci che sorridono a bocca aperta come cartonati nei distributori di benzina.
A un amico puoi raccontare i fatti tuoi, la parte molle della tua vita, senza temere che ne rida appena possibile, dietro la prima porta chiusa.
Ridere delle confidenze è la più vile delle forme di tradimento, è come trovare il coraggio di vibrare il colpo su un cucciolo di foca, bisogna essere dei pezzi di merda, dei giuda, dei parassiti che cercano di distogliere lo sguardo dal deserto che portano dentro, dei poveracci che trovano divertente correre sulla ruota della tua infelicità, come criceti, come stupidi roditori ingabbiati nelle loro miserie.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=20

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 21:53:32
Stagioni e passioni
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

La passione è come la primavera, quando esplode riempie il mondo di profumi e colori, entra in scena prepotente al ritmo di grancassa, riduce tutto il resto ad un fondale di teatro.
Quando finisce, invece, sparisce di soppiatto, prende i suoi stracci lisi e scompare senza parole, senza neanche due righe sul comodino, silenziosa come l’ultima foglia, e comincia l’inverno.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=18

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 21:43:55
Sono un eroe
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

Mi getterei nel fuoco, affronterei una tigre a mani nude se solo avessi la certezza di porre fine ai mali del mondo, e questa consapevolezza mi fa sentire un eroe.

Enrico Toti, Giordano Bruno e Peppino Impastato non avevano alcuna certezza che il loro sacrificio sarebbe servito a qualcosa, eppure non hanno esitato a precipitarsi nel dolore e donarsi.

La verità è che sono un potenziale eroe, cioè un vigliacco.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=16

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 21:42:52
Mattino grigio, pensieri grigi
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

Buco nell’ozono, piogge acide, tonnellate di CO2 ma, nonostante tutto, la campagna è sempre viva, rigogliosa e colorata.
Fra coltivazioni e vegetazione spontanea una giovane prostituta si vende.
Penso che la vera minaccia non sia la desertificazione delle terre ma quella delle anime.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=15

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 20:25:51
Amo, odio e...
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

Odio quelli che si sentono in dovere di dire la loro anche se, in realtà, non c’hanno un cazzo da dire.
Odio quelli che, quando ti parlano, sentono il bisogno di avvicinarsi a dieci centimetri, di solito hanno l’alito di un alligatore con la gastrite ulcerosa e la S blesa che ti nebulizza di saliva, fossi una pianta grassa...
Odio quelli che non riescono a parlarti senza toccarti, hai il dono della parola, usalo! Se proprio non puoi farne a meno gesticola, saltella sul posto, scimmiotta, fai quello che vuoi, ma tieni giù le mani!

Amo quelli che non hanno pudore dei propri sentimenti.
Se c’ho le palle che mi girano può scendere Dio in terra...
E non c’è funerale che tenga, se sono felice me la spasso, non posso mica aspettare che il resto del mondo lo sia.
Amo chi accetta il proprio ruolo con dignità, senza vittimismi o rivendicazioni, nella società, in famiglia e nel lavoro.
Amo quelli che hanno deciso di cambiare il mondo e che, pur fallendo, sono morti fiduciosi di poterlo fare.
Amo chi ha il coraggio delle proprie azioni e delle proprie idee, è inutile pensare alle conseguenze di un gesto necessario.

Di quelli che credono nella pena di morte me ne fotto, assassini.
Di quelli che parlano per paura del silenzio me ne fotto, se hai qualcosa da dire dilla oppure taci.
Di quelli che ogni buco lo devono riempire me ne fotto, attento, un buco ce l’hai pure tu.
Di quelli che restano a galla reggendosi sulle teste della gente me ne fotto, parassita, impara a nuotare.
Di quelli che dicono - non dovevi - quando ricevono un regalo me ne fotto, ringrazia, ostenta indifferenza, fai quel che ti pare ma non sindacare sui doveri altrui, almeno quando ricevi un regalo.
Di quelli che vedono mezzo pieno un bicchiere che non c’è me ne fotto, non è ottimismo, è esaltazione patologica.
Di quelli che invece di lavorare organizzano, vigilano, ottimizzano, gestiscono il lavoro degli altri me ne fotto, caporale di merda, tu il lavoro non sai nemmeno cos’è.
Di quelli che sono come sono per colpa dei genitori, dei fratelli, della comitiva, del collega, del contesto sociale, di quell’esperienza del cazzo, della sfiga che li bersaglia me ne fotto, se sei uno stronzo è solo colpa tua.
Di tutti quelli che vivono il privilegio come diritto e il sopruso come dovere, me ne fotto, finirai sotto terra pure tu, che cazzo credi?

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=13

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 18:49:08
I figli sono tutto
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

I figli sono tutto, tranne qualcosa.
I figli non sono album da colorare, tentare di coprirne i difetti impedisce di accettarli ed amarli completamente.
I figli non sono kit da montare quando si ha tempo, vanno lasciati crescere curandoli costantemente ma mettendoci mano il meno possibile, come la massa dei panzerotti.
I figli non sono rivincite, e nemmeno la tua seconda possibilità, sono la loro unica possibilità.
I figli non sono il tuo futuro, solo i meschini rivendicano il possesso su qualcosa che hanno donato.
I figli sono tutto, tutto il resto.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=11

commenta

scrivi
ALESSIO27/03/2013 17:45:20
Dieci anni che non ci sei
Post di ALESSIOContatta
alessio.ditommaso@gmail.com


share

Dieci anni sono passati, uno sull’altro, come inutili strati di pelle su una piaga troppo fonda per non dolere.
Amo la vita!
Amo i miei figli, mia moglie, amo perfino il mio destino, sulla fiducia, ma se mi guardo indietro mi sento mancare.
Centoventi mesi giacciono, sparsi ovunque, come sacchi vuoti, inanimati e traslucidi come mute di serpe.
Quanto è vana la frenetica operosità che, giorno per giorno, vuota i tubetti di dentifricio, riduce a rottami auto fiammanti, consuma le cartilagini delle nostre ginocchia.
Siamo un fiume di biglie che rotolano sul piano inclinato del tempo, senza controllo, e saltellano allegramente verso la fine.
Una vertigine senza il vuoto, un urlo senza aria da spostare, questo resta del frettoloso e disordinato incalzare delle ore.
Mi manchi.

Link: http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=4

commenta


Diario clandestinoIdee in libertà
Alessio Di Tommasoemail: alessio.ditommaso@gmail.com
Copyright © 2013