BikeRide.it
Pagina 1 .. 2
ALESSIO

Tu lascia dire
17/10/2019 09:40:56
Post di ALESSIO
Contatta

share

Te lo diranno tutte le volte che potranno, tutte le volte che glielo permetterai. Ti diranno che sei troppo giovane, troppo vecchio, troppo basso, troppo alto, troppo grasso. E se proprio non riusciranno a ridurre te ingigantiranno il resto... é troppo difficile, non ce la farai, butti via il tuo tempo.
C’é un vuoto in ognuno, il vuoto del successo altrui, il vuoto dell’altrui felicità, il vuoto di chi si sente superato e ti ficca un bastone in mezzo ai raggi. Un vuoto che riempiono con l’invidia, che é la somma di gelosia, discrimine, cattiveria e pettegolezzo. Sputeranno le loro sentenze senza il minimo rispetto, senza nemmeno rendersi conto di quanto ti feriscano, eppure dicono di capirti, di amarti. Mineranno le tue certezze insinuando dubbi e veleni. Ti porteranno nel loro mondo dove tutti valgono uguale, e allo stesso tempo tutti sono diversi, a loro convenienza. É un mondo in cui la tua unicità, la tua intelligenza, le tue caratteristiche non valgono niente... tutto é appiattito, ingrigito... ma spiccano i tuoi difetti... certo che sei vecchio... certo che non sempre credi in te... certo che ti senti debole, prima o poi...
Tu lascia dire.
La veritá è che non stanno definendo la tua dimensione, ma la loro.
Lasciali dire ora, e mai più.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=331


CommentaScrivi post
GRETA THUNBERG

Climate Action Summit 2019
25/09/2019 23:29:41
Post di GRETA THUNBERG
Contatta

share

Il mio messaggio è che vi terremo d’occhio.
Tutto questo è così sbagliato. Non dovrei essere qui, dovrei essere a scuola, dall’altra parte dell’Oceano. Venite a chiedere la speranza a noi giovani? Come vi permettete?
Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia, con le vostre parole vuote, eppure io sono tra i più fortunati. Le persone stanno soffrendo, stanno morendo. Interi ecosistemi stanno collassando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa, e tutto ciò di cui parlate sono soldi e favole di eterna crescita economica? Come vi permettete?
Per più di trent’anni la scienza è stata chiara e cristallina. La vostra idea di ridurre le emissioni della metà in dieci anni ci da appena il 50% di possibilità di rimanere sotto la soglia degli 1,5 gradi, con il rischio di avviare irreversibili reazioni a catena fuori dal nostro controllo. Il 50% sarà accettabile per voi, ma questi numeri contano sul fatto che la mia generazione riuscirà ad eliminare centinaia di miliardi di tonnellate della vostra CO2 usando tecnologie che esistono a malapena. Un rischio del 50% è semplicemente inaccettabile per noi che dovremo viverne le conseguenze. Come osate fingere che tutto questo possa essere risolto facendo affari come al solito e con qualche ipotetica soluzione? Come osate distogliere lo sguardo e venire qui a dire che state facendo abbastanza quando la politica e le soluzioni necessarie non si vedono ancora? Dite di ascoltarci e di capire l’urgenza, ma non importa quanto io sia triste ed arrabbiata, non voglio crederlo. Perchè se voi capiste davvero le situazione e continuaste a non agire, allora sareste malvagi e mi rifiuto di crederlo.
Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento, gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi, e se sceglierete di fallire, noi non vi perdoneremo mai. Non vi lasceremo andar via così. Qui e adesso è dove tracceremo la linea. Il mondo si sta svegliando e il cambiamento sta arrivando, che vi piaccia o no.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=330


CommentaScrivi post
ALESSIO

E’ l’unica che c’è
16/09/2019 03:48:17
Post di ALESSIO
Contatta

share

Forse possiamo cambiarla ma è l’unica che c’è,
questa vita di stracci e sorrisi e di mezze parole.
Forse cent’anni o duecento è un attimo che va,
fosse di un attimo appena, sarebbe com’è.
Tutti vestiti di vento a inseguirci nel sole,
tutti aggrappati ad un filo e non sappiamo dove.

(Giorgio Faletti)

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=329


CommentaScrivi post
ALESSIO

L’obbligo di stare bene
11/09/2019 23:44:13
Post di ALESSIO
Contatta

share

Forse sono morto,
sicuro sono morto,
oppure sono nato e non mi sono accorto.
Adesso posso cominciare veramente,
o meglio, posso non incominciare niente,
se io non esisto non esiste nulla,
quindi, cerco una panchina che mi pare bella,
o un ponte,
ma è troppo letterario, non mi cerco niente,
tanto evidentemente non c’è più mattina,
non c’è più sera,
non c’è più riposo,
non c’è più lavoro,
non c’è traffico, non c’è denaro,
non c’è più una sveglia per andare, sveglia per tornare,
non ci sono più catene,
e non c’è nemmeno l’obbligo di stare bene.

(Daniele Silvestri)

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=325


CommentaScrivi post
ALESSIO

Stai evitando la felicità
08/09/2019 20:41:10
Post di ALESSIO
Contatta

share

Nessun senso di colpa può cambiare il passato e nessuna preoccupazione può cambiare il futuro.
Se cerchi colpa in te, prima o poi la troverai. Ogni cosa inizierà a sembrarti un chiodo se l’attrezzo che hai in mano è un martello.
Parlami per favore, parlami delle tue colpe, e lascia perdere tutto il resto. E se i sensi di colpa sono più delle colpe, la verità è che stai evitando la felicità.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=324


CommentaScrivi post
ALESSIO

Esco solo quando piove
05/09/2019 17:38:07
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non sono tante le cose che mi piacciono. E quello che oggi mi piace, magari, domani non mi piace. Le persone invece no, se mi piacciono mi piacciono, perché cambiare idea è sbagliare o ammettere di averlo fatto.
Mi piace quel che mi piace.
Mi piace pedalare quando è fresco e l’aria entra nei polmoni da sola, senza nemmeno respirare. Mi piace contraddire quelli che si avventurano in qualcosa di cui hanno letto tre righe su fb. Mi piace fare la doccia, e anche passeggiare quando piove, perché piango e non si vede.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=323


CommentaScrivi post
ALESSIO

WhatsApp non sarà mai a pagamento...
01/09/2019 13:34:03
Post di ALESSIO
Contatta

share

...e nemmeno Facebook, e la Guardia di Finanza non consiglia niente... eccetto farti dare lo scontrino tutte le volte che paghi.
Tranquillo! Non serve sangue urgente al figlio di 5 anni del cugino dell’amico carissimo di un tuo contatto FB... se puoi donare fallo ogni 6 mesi, senza aspettare un dannato post.
Non esiste alcun numero verde antisuicidio se non l’800.334.343... dal 2012 fra l’altro.
Gli hacker ti possono rubare il profilo FB anche se metti la privacy... e se non vuoi prendere virus evita di scopare su Tinder. Piuttosto... stai attento a Nametests ed altre app del genere che si appropriano dei tuoi dati sensibili a norma di legge e se li rivendono... ma vuoi mettere quanto è figo far sapere che se fossi femmina avresti le tette di Pam Anderson?
I ’condividi se hai un cuore’ non salvano vite e non guariscono nessuno... se non ci credi guarda su www.haiscassatolaminchia.it
Prima di condividere immondizia, informati... basta un click su Google... e ti prego... almeno stavolta... non condividere!

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=317


CommentaScrivi post
ALESSIO

Vorrei dirtene di cose…
30/08/2019 10:31:00
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ti dico che se nel libro sul tuo comodino non c’è un segnalibro non lo stai davvero leggendo.
Che se i tuoi sogni e la tua realtà non si somigliano nemmeno un pò non stai davvero vivendo.
Che il mare, i fiori e le case piccole e colorate ti aiutano a vivere con un piede dentro i sogni.
Che se il cuore batte a vuoto e fa male vuol dire che sei ancora in tempo per ricominciare.
Che la differenza fra avere le palle e non averle sono solo dieci secondi di coraggio.
Che a farsi troppi conti, problemi, scrupoli… diventi vecchio e sei ancora lì che conti.
Che se non mi vuoi più posso accettarlo, non dico capirlo, ma almeno prova a dirmelo.
Che non sono le calamitine sul frigo o i post su instagram a dire dove sei stato, e con chi.
Che le cose vanno provate, anche il gelato al basilico o quello con lo squacquerone.
Che se ami qualcuno ma vorresti cambiasse, vuol dire che hai le idee parecchio confuse.
Che non c’è niente di più limitante che concentrarsi sui propri limiti, c’è il mondo lì fuori!

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=316


CommentaScrivi post
ALESSIO

Buon Natale
27/08/2019 07:27:58
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il Natale è un ritorno, si torna a casa, si torna bambini, si torna ai sogni di ieri, prima che si realizzassero o prima che svanissero. Si racconta come va... a cuori che ti hanno a cuore, dove c’è amore. La famiglia ce l’hanno tutti, anche gli orfani, i migranti, i malati. Anche chi non ce la fa, anche chi non ce la vuol fare.
La famiglia è solidarietà, è il posto in cui nessuno viene lasciato al suo destino, il posto in cui tutti, con i loro pregi ed i loro difetti, vengono amati ed accettati. E ci si riunisce sorridenti, ognuno con i denti che ha.
Al family day dovrebbero raccontarlo... che la famiglia non si basa su scelte sessuali o parentele di sangue ma sull’amore, un sentimento per sua natura universale ed incondizionato.
Niente amore, niente famiglia.
La famiglia è il posto in cui le regole della società vengono capovolte, il posto in cui lo sfortunato, il diverso e il debole non sono un peso ma lo scopo principale di tutte le attività, costi quel che costi.
Buon Natale a te e alla tua famiglia, quindi, o come dice quel gran genio del mio amico “auguri estenzibbili”

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=315


CommentaScrivi post
ALESSIO

La verità inaccettabile
16/08/2019 21:17:48
Post di ALESSIO
Contatta

share

La verità inaccettabile sa di esserlo e se ne vergogna, se potesse scapperebbe, arriva perché non può farne a meno, disordinata e stridente, come molecole d’aria rese pazze dallo schioccare di un fulmine.
La verità inaccettabile apre le tue carni senza dolore, come l’artiglio di una belva, e quando ne senti il male non riconosci il tuo stesso lamento.
La verità inaccettabile ti lascia senza sonno e senza anima, sei fuoco senza ossigeno, sei esplosivo senza miccia, sei un proiettile fermo, congelato in un fotogramma, quante cose potresti fare... e invece no!
La verità inaccettabile ti resta in gola, e non sale, e non scende, e non ti lascia respirare, e la gente ti guarda, e non capisce, eppure guardano la stessa verità, inaccettabile.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=310


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ne sono certo
12/08/2019 18:14:44
Post di ALESSIO
Contatta

share

La donna più bella, l’emozione più travolgente, il libro più coinvolgente.
Ero certo di aver visto il meglio!
La persona più spocchiosa, la musica più triste, la delusione più cocente.
Ero certo di aver visto il peggio!
...e invece no!
La parola certezza dovrebbe essere depennata dai vocabolari, ne sono certo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=309


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il compromesso
09/08/2019 14:10:41
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il compromesso secerne tossine, ti avvelena un po’ alla volta, giorno dopo giorno. E poi, all’improvviso, non sopporti più.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=307


CommentaScrivi post
ALESSIO

Qualcosa di irrisolto
06/08/2019 11:07:38
Post di ALESSIO
Contatta

share

Si, si, hai ragione, devo avere qualcosa di irrisolto. Che poi non è che si può pretendere di risolvere sempre tutto tutto... Certo che sei un fenomeno! Sentenzi al volo qualcosa che nemmeno uno psicologo vero riesce a diagnosticare con certezza. Tu invece? ...a parte le puttanate che ti piace ripetere più per come suonano che per quello che significano... qualcosa di irrisolto?

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=306


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sei mia comunque
30/07/2019 04:00:31
Post di ALESSIO
Contatta

share

...e apro il cassetto della vita, mattina dopo mattina, e ci trovo voci, volti, ricordi freschi e vecchi, e sogni, e suoni, e te.
Ti trovo perché ti cerco, ancora, sempre.
Ti vedo anche se non ci sei, ti ottengo unendo i frammenti della mia vita come fossero tessere di un mosaico, ti compongo con quel che c’è, come un quadro di Arcimboldo, e sei buffa, e sei dolce, e sei bella, e sei tu, anche se di te non c’è traccia, ti creo dal nulla, sei mia comunque.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=304


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ciao Dolores
27/07/2019 00:58:28
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ci sono voci che vanno su e ti lasciano lì ad ammirarle, altre che ti prendono per mano e ti portano su con loro, là dove puoi ammirare l’universo.
Ci sono voci che accarezzano le orecchie, altre che ti segano le ossa e ti grattugiano l’anima.
Ci sono voci bellissime che restano fuori, altre che avevi già dentro prima ancora di ascoltarle.
Ci sono voci che non possono non piacerti, obiettivamente, sempre, altre che vanno ascoltate quando è giusto ascoltarle, perchè sono sberle e carezze e vuoto nello stomaco.
Ciao Dolores.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=303


CommentaScrivi post
ALESSIO

Restare amici?
23/07/2019 22:55:25
Post di ALESSIO
Contatta

share

Restare amici? Nemmeno tu lo vuoi, perchè me lo chiedi? Serve solo a convincere te stessa che non hai fatto danni, anzi, che quello che hai fatto è giusto. Ad alleggerirti la coscienza, a questo serve, e lo sai. Se io accettassi quest’amicizia e, un giorno, ti chiamassi, tu, dall’altra parte del telefono, sbufferesti e ti sentiresti in diritto di chiederti: “ma quando si rassegna questo?”
Dovremmo restare amici? Perchè diavolo insisti? Dopo questo disastro dovrei far finta che non è accaduto nulla e che tutto scorre, mentre stai con un altro, magari. Dovrei dimostrare, non si capisce bene a chi, visto che guardi altrove, che per amore si può fare tutto, anche sollevare l’altro dai sensi di colpa, e nel frattempo morire dentro, ma senza far troppo rumore, che diventi pesante. Questo pretendi?
Ok, amici. Amiconi proprio.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=302


CommentaScrivi post
ALESSIO

Una torta per un torto
19/07/2019 18:51:21
Post di ALESSIO
Contatta

share

“Una torta per un torto. Mangia!”
L’odore si spandeva in tutta la cucina. Era una fetta di torta nuziale. L’avevo vista, la torta, ancora intera. I camerieri l’avevano portata nella sala ricevimenti quando ancora la gente ballava, un ingresso trionfale, con la musica e tutto il resto. Poi noi ragazzini eravamo usciti a giocare, a scivolare sul passamano in marmo, fuori, lungo l’imponente scalinata. Qualcuno mi spinse e caddi, un bel volo. Sentivo il naso sanguinare e lo zigomo era talmente gonfio che mi oscurava parte della visuale. Cercavo uno specchio per controllare i danni, trovai il volto di mia madre, e la sua espressione mi fece capire bene come stavo messo. Ore dopo ero sulla poltrona di casa mia, tumefatto dentro e fuori, e la torta era lì che mi aspettava. La luce rossastra del tramonto la rendeva ancor più bella, e dolce, e profumata, e attraente. Fino a qualche minuto prima ero dispiaciutissimo, pensavo che non l’avrei assaggiata quella torta, e invece no! La mia mamma ne aveva preso un pezzo per me. Una bella fetta, tagliata bene, la guardavo, avevo l’acquolina in bocca. Avrei potuto alzarmi e mangiarla subito, ma no! Decisi che avrei aspettato ancora un po’, che sarei rimasto lì, ad ammirarla, a pregustare. Quanto è dolce l’attesa, e quanto è bello scoprirlo. Improvvisamente ti senti grande, adulto, padrone di te e della situazione.
Quanto è bello lasciare che la bellezza ti investa di emozioni e brividi. Le cose se devono accadere accadono, inesorabilmente, basta esserci e vivere con intensità. Quanto é dolce aspettare che ogni resistenza si plachi, ed ogni paura si dissolva. Cogli l’attimo, si ma quale? Quale attimo? Improvvisamente i dubbi svaniscono, e sai perfettamente che è arrivato il momento di affondare la forchetta nella tua fetta di torta.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=301


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il cuore non si può fermare
16/07/2019 15:48:18
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il cuore non si può fermare. Non è un braccio che puoi legare o una gamba da ingessare. Non c’è colla, né riposo, né stampelle.
Il cuore deve continuare a fare il cuore, a pompare sangue, anche quando é troppo felice per farlo. Deve tenere in vita tutto il resto, anche quando vorrebbe morire.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=300


CommentaScrivi post
ALESSIO

L’amore
13/07/2019 12:45:15
Post di ALESSIO
Contatta

share

L’amore è dentro un bacio illuminato dal tramonto, e dentro un cuore ferito che si ostina a ricordare.
L’amore è una madre in pensiero alla fermata del bus, e il suo bambino, e il suo urlo trasparente.
L’amore è la risposta, ma è anche la domanda, e il silenzio che le unisce.
L’amore è tutto, è ovunque, anche sotto un tetto di lamiera, in un piatto di avanzi sul marciapiede, e i gatti a faccia dentro.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=299


CommentaScrivi post
ALESSIO

E’ tutto qui
10/07/2019 09:42:12
Post di ALESSIO
Contatta

share

Fare cose, farle bene, riposare quando puoi, mettercela tutta quando devi. Basta, è tutto qui. Che altro vuoi? Cos’altro cerchi?
Un motivatore? Di motivi ne hai tanti, non è pagando che ne aumenterai il valore.
Che te ne fai di una religione? Hai davvero bisogno di credere, ovvero, fidarti senza poter vedere con i tuoi occhi? La verità è che non ti fidi nemmeno di te stesso!
A che ti serve un aldilà se disponi dell’intero universo e persegui il “carpe diem”?
Scuse, sono tutte scuse, dilapidi il tuo tempo in puttanate, per distrarti, per non pensare, per sfuggire a te stesso. E’ questo l’unico vero complotto, è questa la tossicodipendenza che ti asserve.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=298


CommentaScrivi post
ALESSIO

Napoli ha il sole suo
06/07/2019 05:38:08
Post di ALESSIO
Contatta

share

Napoli ha il sole suo, che si affaccia come una mamma ad un balcone, e si sporge per cercare i figli suoi, e accende il mare e i limoni come fossero di vetro.
Napoli ha le strade sue, pentagrammi di lava fatti apposta per scriverci le voci ed i suoni suoi, e stai zitto e spegni la radio, e ti spieghi com’è nata la musica di Pino.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=297


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il ricordo arriva all’improvviso
29/06/2019 23:32:02
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il ricordo arriva all’improvviso, portato da una eco o da un odore, smuove la tua faccia e la polvere del tempo, una nebbia che scende e svela piano.
Il ricordo non è cattivo, ma è com’è, e non può farci niente, lui cerca di sparire, ma è grande e buffo come uno struzzo, e si nasconde anche peggio.
Il ricordo si muove lento, segue una traccia che già c’era, suona sordo come il muggito di un ghiacciaio, e segna l’anima più in fondo.
Il ricordo se ne va quatto quatto, senza salutare, e si perde, perde se stesso, perde anche il nome, perché non lo ricordi più.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=295


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il paradiso esiste
25/06/2019 19:27:58
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il paradiso esiste, è una spiaggia dietro l’angolo ma lontana dal resto del mondo, durante uno di quei giorni che è estate fra un minuto, ma non ancora, e fa caldo perché l’hai deciso tu. Il vento sa di sabbia e salsedine ma resta fuori, fuori da un abbraccio lungo un intero pomeriggio, talmente ermetico e comodo e naturale che potresti restare così per tutta la vita. E invece no! Si scioglie, l’abbraccio, e per quanto ti ostini a cercarlo, quel paradiso non tornerà più. Resta una luce che pulsa fra le pieghe della vita, e accende i tuoi ricordi ed i tuoi desideri.
Poi torna, il paradiso, ma è in un altro posto, ha un altro volto, è un altro paradiso. È così che va, che ti piaccia o no. È una di quelle cose che avresti dovuto capire in adolescenza, e che invece io fatico ad accettare.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=294


CommentaScrivi post
ALESSIO

E ci riesci ancora
19/06/2019 13:21:52
Post di ALESSIO
Contatta

share

E ci riesci ancora, ad arrivare dove nessun’altro potrebbe, dove i dobermann del mio animo avrebbero sbranato chiunque. Ti avvicini con la naturalezza di un fiore che si apre, e il mio animo, di cui sembra tu conosca ogni meccanismo, ti ubbidisce, come non ha mai ubbidito a nessuno, nemmeno a me. Qui nessuno c’ha il libretto d’istruzioni dice Liga, ma non ne sono così sicuro, e tu devi aver sbirciato il mio, o almeno credo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=292


CommentaScrivi post
ALESSIO

Febbraio
15/06/2019 09:17:48
Post di ALESSIO
Contatta

share

Febbraio è un ponte in mezzo all’inverno, ogni respiro una fumata, ogni passo un crepitio. Il freddo frena, il freddo isola, a febbraio amare è più difficile, non mi sorprende che abbiano deciso di accorciarlo e di metterci un promemoria per gli innamorati. Ma la vita esige, brama, desidera, malgrado tutto, è un nido pieno di urlanti bocche splalancate, tocca metterci qualcosa per placarne il richiamo, per avere un attimo di tregua, tocca vivere, anche a febbraio, anche in una sala d’aspetto fredda e inospitale. Presto i semi germoglieranno, i mandorli fioriranno, le uova si schiuderanno, e il sole tornerà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=291


CommentaScrivi post
ALESSIO

Le parole non arrivano ovunque
12/06/2019 06:14:45
Post di ALESSIO
Contatta

share

Le parole non arrivano ovunque, ci sono cose che non riescono a descrivere. Certo ci si può provare, come un cestista che tenta il canestro allo scadere, tira un po’ per fede un po’ per dovere, la palla galleggia sui mille sguardi che la seguono e disegna la sua parabola nel silenzio, ma se entra, se entra le parole esplodono, e diventano urla e salti e mani nei capelli.
Ci sono cose che non riesci a dire, che ti restano in gola perché non trovi le parole, o perché le parole le hai trovate, e suonano bene, e ti va di assaporarle ancora un po’.
Ci sono silenzi che descrivono, che disegnano, le assenze di suono raccontano più delle parole, basta tenere le labbra chiuse, tenere il fiato. Ma scriverlo, scrivere un silenzio è più complesso, trovare parole che fluttuino sulla carta quasi senza macchiarla, parole che non muovano l’aria ma solo il pensiero, e si infilino nell’anima senza echi, shhhhhh...

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=290


CommentaScrivi post
ALESSIO

S’è spento
09/06/2019 03:11:42
Post di ALESSIO
Contatta

share

S’è spento, per quanto fosse infuocato e fiammeggiante tanto da schiarire il cielo e colorare ogni superficie intorno. S’è spento infine, per quanto fragorose e vorticanti fossero le lingue di fuoco che sprigionava. Il profumo della legna in preda alle fiamme ha lasciato posto ad un terribile odore di fuliggine. Povera cosa è rimasta del gigante che era, cenere da spazzar via, che tanto il vento cancellerà ogni cosa. Addio luogo incantato dove la mia felicità si è espressa, fulgida e sfolgorante, come il lampo di una lampadina che ha perso il vuoto. Vado, che restar qui al freddo non serve, non giova a nessuno. Vago, che andare significa avere una direzione, e io non ce l’ho.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=289


CommentaScrivi post
ALESSIO

E come vuoi che stia?
06/06/2019 00:08:39
Post di ALESSIO
Contatta

share

E come vuoi che stia? Bene! Anche se... è difficile risponderti con convinzione. Sto benone... ma la perfezione è un’altra cosa… e dura poco, delle volte solo un attimo. Può coincidere con… una situazione perfetta, un posto perfetto, un momento perfetto… e poi ci sono le persone, le persone che rendono perfetto tutto, tutto il resto… e... Certo, hai ragione, è importante conservare una propria autonomia... e… Certo, hai ragione, non è giusto investire qualcuno di una responsabilità così grande… e… Certo, hai ragione… hai ragione su tutta la linea… il tuo ragionamento sarebbe perfetto... se solo fosse una questione di ragione…
Ti auguro di vivere l’attimo di perfezione che stai cercando.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=288


CommentaScrivi post
ALESSIO

Penso
01/06/2019 20:04:35
Post di ALESSIO
Contatta

share

Penso agli sforzi fatti da intere generazioni di scienziati nel cercare di sfruttare ogni grammo inviato nello spazio al fine di studiare e sperimentare. Interi laboratori concentrati in pochi metri cubi ed alleggeriti all’inverosimile. Materiale inertizzato attraverso procedimenti di cottura ad altissime temperature per scongiurare ogni rischio di contaminazione di suoli e spazi extraterresti.
Poi guardo questa immagine e mi chiedo: ma queste due preziosissime tonnellate spedite nello spazio per gioco, a chi gioverebbero? E’ mai possibile che nessuna università avesse da sperimentare qualcosa? Nemmeno dal punto di vista scenografico si sono inventati nulla, Stanley Kubrick li ha anticipati di cinquant’anni. All’atto pratico quell’auto è immondizia dispersa nello spazio senza uno scopo. L’esperimento sul vettore è un grande passo avanti, indubbiamente. Il lancio dell’auto, invece, lo trovo un inutile e puerile esercizio di prepotenza economica ed ignoranza.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=287


CommentaScrivi post
ALESSIO

Che ci fai lì?
26/05/2019 13:58:29
Post di ALESSIO
Contatta

share

Che ci fai lì? Come ci sei finita? Scappa!
Lo so, ci sono momenti in cui un tramonto ti infastidisce, e una coppia che si bacia ti mette nausea. Solitudini che somigliano a deserti senza ombra e senza acqua.
Quando si soffre si tende a rifugiarsi nel brutto, perché è facile, economico, fintamente poco impegnativo. Tu non farlo, tieni duro, sopporta la solitudine un minuto di più. Lascia che il bello torni a te.
Non accontentarti di un amore che tieni nascosto, l’amore non si vergogna, mai. E se te ne vergogni non è amore.
Se soffri é perché sei sensibile, é buon segno. Sai distinguere giusto e sbagliato, non impigrirti, scegli! Tu sai quello che vuoi, prendi il tuo tempo. I desideri hanno il potere di rendere concrete le cose. Se lo desideri esiste! E tu meriti quello che desideri, non di meno.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=284


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il passato ritorna
22/05/2019 09:54:25
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il passato ritorna, tuo malgrado, conservato sotto le macerie dei tuoi terremoti. C’è sempre qualcosa che si salva, e ti sorprende in una mattina qualsiasi, e ti commuove. Ti chiedi come abbia fatto a sopravvivere. E’ un messaggio nella bottiglia che ha viaggiato nel tempo. Arriva da quel ragazzino che tanto biasimi, l’ingenuo bambino che eri tanti anni fa, al quale ti senti in grado di insegnare la vita, ora, ora che sai. Ma sei proprio sicuro di voler condividere con lui le tue vacillanti certezze? A che gli gioverebbe sapere quanti metri quadri è grande la gabbia in cui ti sei rifugiato? Credi di saperne di più perché quel ragazzino spaurito ha commesso degli errori. Lui non aveva la tua esperienza, certo, ma si lanciava nelle cose senza pretendere di sapere già da prima quello che sarebbe accaduto, si avventurava. E tu, dall’alto della tua esperienza hai le vertigini, hai perso il coraggio di lanciarti, di provare a volare, di vivere.
Ascolta l’inesperto ragazzino che eri ieri. Può insegnarti che chiedere scusa e mettere via l’orgoglio è possibile. Che l’amicizia vera esiste. Che l’amore è incondizionato, se no non è amore. Che le cose che accadono sono eventi unici ed irripetibili ed hanno un sapore ed un odore speciali. Che le esperienze vanno vissute con spirito di avventura, se no diventano gabbie.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=283


CommentaScrivi post
ALESSIO

Prendere quel che c’è
19/05/2019 06:51:22
Post di ALESSIO
Contatta

share

Prendere quel che c’è, quel che si può, come fanno tutti del resto. Basta pazzie, levatacce, spese folli, chilometri, ingegnarsi... quelle sono cose che si fanno per amore, e le ho fatte, ma l’amore mi ha fatto soffrire abbastanza da riempirci dieci vite. Il mondo è pieno di persone, alcune con caratteristiche apprezzabili, altre meno, ma tutte sostituibili. Le relazioni fra persone sono rappresentazioni, spettacoli d’arte varia che nascono da un bisogno e finiscono con il suo soddisfacimento. Nient’altro.
“No caro amico, non sono d’accordo, tu parli da uomo ferito…”

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=282


CommentaScrivi post
ALESSIO

Bordellain
16/05/2019 03:48:19
Post di ALESSIO
Contatta

share

Si, sei ordinato come l’alimentazione di un bulimico, mai puntuale, ti dimentichi le cose e la tua vita é un casino. Ma borderline é un disturbo della personalità, tu al massimo sei un bordellain.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=281


CommentaScrivi post
ALESSIO

Stai lontana
11/05/2019 23:44:15
Post di ALESSIO
Contatta

share

Stai lontana per una volta, stammi alla larga per una sera, esci dalla mia testa, dalle mie mani e dal mio calice di vino, che le mie ossa non reggono il peso del tuo ricordo, e fanno il rumore di una sedia di vimini che si schianta all’improvviso sotto un culo troppo grande.
Sei grandine che disfa le foglie tenere delle mie nuove ed inconsistenti certezze.
Tutte le volte che sento il sangue pulsare, tutte le volte che sento la forza tornare, tutte le volte... sfido il tuo ricordo, e i miei occhi si riempiono di sale, e il mio animo... evapora… senza lasciare traccia, e ricomincio da zero… o anche meno.
Dimmi che non esisti, menti per me... tu che sai mentire, sii convincente, dillo che non ci sei... e non tornare più.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=280


CommentaScrivi post
ALESSIO

Lasciala andare
08/05/2019 20:41:12
Post di ALESSIO
Contatta

share

Lasciala andare, tanto la tua luce traspare comunque, non trattenerla. Non star sempre seduta, i tuoi movimenti eleganti e leggeri sono aria fresca per i miei polmoni polverosi. Il tuo modo di guardare naturale ed inconsapevole sequestra i miei occhi, e ti sento. Non so di preciso come, ma il mio sguardo riesce ad indovinati dietro la scala, dietro la gente che mi si para davanti, dietro la timidezza che opacizza i miei occhi, dietro l’aria densa degli sguardi della gente che non sa e non capirebbe. Ti vedo nonostante il mio sguardo curvo sotto il peso della montagna di cose che vorrei dirti e che ingoio, tanto non servirebbe, tanto non cambierebbe. Mi manchi. Mi manca. Lascialo andare il tuo sorriso, che mi toglie il fiato come un secchio d’acqua fredda, e mi lascia respirare, finalmente. Splendi luce mia.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=279


CommentaScrivi post
ALESSIO

Parole
05/05/2019 17:38:09
Post di ALESSIO
Contatta

share

Segni di biro su un foglio, questo sono le parole, mica paroxetina. Eppure sono potenti, muovono leve nascoste, fanno miracoli, ma non sempre. Non c’è una regola, é per questo che a me piace Liga e a te piace Vasco, e magari domani é il contrario. Le parole sono suoni che ognuno legge a modo suo, arrivano come sassi in un lago e fanno cerchi dentro l’anima. Ed in mezzo a mille sassi ne arriva uno speciale, quello che colma la differenza fra vuoto e pieno, fra buio e luce, e tutto ride in un secondo, e ci credi, e ti rialzi, e vai, e forse é tutto finto, ma che importa? Intanto vai! Ed é solo una parola.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=278


CommentaScrivi post
ALESSIO

Che ci fai qui?
02/05/2019 14:35:06
Post di ALESSIO
Contatta

share

Che ci fai qui? Questo non è posto per te, ne per la tua bellezza semplice come la traiettoria di una meteora estiva. I tuoi zigomi fatti di luce e seta non sono di queste parti. Da dove vieni? I tuoi occhi grandi e fondi rifuggono ogni cosa, mossi da una ricerca consapevolmente vana. Non sei in gabbia, sai? Puoi andare dove vuoi, in tutte le direzioni che indicano i tuoi capelli fieri e selvaggi, in tutti i posti che hai in mente, ammesso che esistano. Ti senti persa? E allora prendi la mia mano, seguimi, potrai continuare a guardare il mondo a modo tuo, potrai continuare ad essere come sei, senza vergognartene neanche per un minuto. Vieni via con me, scibòscibòbò.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=277


CommentaScrivi post
ALESSIO

Un sorriso
28/04/2019 10:31:02
Post di ALESSIO
Contatta

share

Un sorriso non é solo una questione di denti, di guance o di fossette. Un sorriso ti esprime, ti espone, ti mette a nudo, soprattutto se sorridi di quel sorriso che é un’espressione e non una contrazione a comando.
I sorrisi di superficie li riconosci perché si spengono in un attimo, appena girato lo sguardo, io li odio. Poi ci sono quelli che arrivano dall’anima, profondi e veri, se ne vede solo una parte, quella che affiora, il resto é dentro, sotto la superficie, come un iceberg, solo caldo e luminoso, e resta negli occhi e nel colorito della pelle, a lungo. Ed è bello, di una bellezza sua.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=276


CommentaScrivi post
ALESSIO

Scafandri ovunque
25/04/2019 07:27:59
Post di ALESSIO
Contatta

share

Scafandri ovunque, tutti in giro con le loro corazze, gente che non sente più, che ci ha rinunciato. Le esperienze segnano, i dolori esistono, e la pelle é fatta per sentire, rivestirla di teflon aiuta a non soffrire, si, ma ti perdi anche le cose belle. Se fai così rinunci a tutto, rinunci a vivere. Non andare a fondo? Questo é la vita? Galleggiare? Un buco é un buco, nel cuore o sullo scafo di una nave. Puoi scegliere di chiudere un compartimento, e non aprirlo mai più. Che con mezzo cuore si vive lo stesso, ma si vive a metà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=275


CommentaScrivi post
ALESSIO

Che ci fa un Lakota in Emilia?
18/04/2019 00:20:52
Post di ALESSIO
Contatta

share

Che ci fa un Lakota in Emilia? Uno che la sua Wounded Knee c’è l’ha in un fosso a Correggio? Ma dovunque tu sia, ti prego, resta lì, non muoverti! Resta accanto al posto dove sgorga la vita, e continua a raccontare quello che vedi. Fallo a modo tuo, che è bello e insopportabile. Ho bisogno della tua verità, sputata fuori a fatica, manco te la cavassero a calci. Ho bisogno della tua voce che si trascina sui gomiti all’inseguimento del suo miraggio.
Auguri Luciano, e grazie.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=273


CommentaScrivi post
ALESSIO

Un XO centenario
07/04/2019 14:10:42
Post di ALESSIO
Contatta

share

Sei immobile mentre mi guardi con i tuoi occhi scuri ma dotati di un loro particolare chiarore. Non ti muovi perché non vuoi darmi fretta, ma ne hai. La tua immobilità é controllo, si vede. Ripercorri mentalmente le cose da fare: una weisse al due, tagliata di pollo al sette e tovaglioli in più al dieci che il bambino s’è fatto il bagno nella salsa bbq. Aspetti che ti dica cosa voglio, ma quello che desidero non è sul menu, per quanto mi ostini a rileggerlo. Anzi, quel che davvero vorrei non é scritto su nessun menù del pianeta. Non so cosa chiedere a te, non so cosa chiedere a me, non so un sacco di cose, e la verità è che vorrei saperne ancora meno, almeno per stasera.
Un XO centenario, grazie

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=270


CommentaScrivi post
ALESSIO

E non ascolti
04/04/2019 11:07:39
Post di ALESSIO
Contatta

share

E non ascolti, e salti i post, e la tv è spenta da sempre, e coi giornali ci pulisci i vetri, che dicono tutti le stesse quattro cosette. Siete una nuvola di moscerini del mosto, tutti a ronzare ordinatamente nel proprio centimetro quadro. Tutti ingordi di sapere premasticato. Tutti intolleranti a qualcosa, tranne che a quello, perché è facile, veloce, dolce ed appiccicaticcio. E se parli d’amore ti dicono che devi stare bene con te stesso. E se parli di sport ti parlano di arbitri. E se parli di politica ti raccontano di compensi e rimborsi. E se giochi a coppe ti rispondono a denari. E se non sopporti il contraddittorio, e manco sai di che parli, il silenzio è d’oro.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=269


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ne arriva poca di luce
01/04/2019 08:04:36
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ne arriva poca di luce dentro l’abitacolo, ma è sufficiente. Sei fatta di lineamenti delicati e colori decisi, gli stessi di una torta di alta pasticceria. La tua espressione serena si regge su pochi riferimenti che chiami certezze, ma ne hai di insicurezze sotto la guarnitura di crema e panna. Ok, ti piace! Ti soddisfa quel sentimento cortocircuitato su te stessa che ti ostini a chiamare amore. Va bene! Che diritto ho io di svegliarti dal torpore? Resta pure lì dove sei, ma non dirmi che stai bene, perché solo uno che si trascina sui gomiti può credere ai miraggi.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=268


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il tempo
28/03/2019 04:00:32
Post di ALESSIO
Contatta

share

Scivola via, il tempo, che sembra venir fuori dalle viscere senza controllo, lubrificato dalla sua inutilità. Poi raschia sul fondale delle tue insicurezze, rallenta, e diventa un dolore che non vuol passare. Rallenta quando passi e la gente ti guarda sfacciatamente, e parlano di te inventandosi il diritto di farlo. I tuoi passi diventano lenti, i piedi si incollano su un pavimento di gelatina. Perdi gli automatismi, ogni movimento va ragionato, é un mal di testa che non ti lascia pensare. E non vedi più, non senti più, o meglio non reagisci, ma registri, tutto, che poi farà male, perché avresti saputo cosa dire, cosa fare. E ci pensi, e ci ripensi, e intanto scivola via, il tempo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=267


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sincero
25/03/2019 00:57:29
Post di ALESSIO
Contatta

share

Sincero, mi hai detto. Dal latino sin cerum, senza trucco. Niente da nascondere, quindi. Ma per quanto ci si sforzi di essere limpidi e trasparenti qualcosa resta dietro la facciata, fatalmente. Non te l’ho detto, che sei la creatura più bella ed elegante che io abbia mai visto su questa terra. E non ti ho detto che la luce tenue dell’alba ed il rosso infuocato del tramonto convivono in te in un equilibrio che nemmeno Caravaggio sarebbe riuscito a creare. Non ti ho parlato del tuo animo selvaggio che riarde e fiammeggia nella tua arte, nei tuoi gesti, e dentro i tuoi occhi, e ottenebra la mia mente. E’ un gorgo, nel quale temo e desidero perdermi. Sei un miracolo, dio stesso è compiaciuto di averti creato, ne sono certo.
E adesso si che puoi dirmelo... sincero.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=266


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sto bene
18/03/2019 18:51:23
Post di ALESSIO
Contatta

share

Come sto? Bene! E’ la solita risposta del cazzo? E cosa dovrei dirti? La verità?
Faccio cose, mi tengo impegnato, che se mi fermo mi fisso con lo sguardo e penso, e sogno, solo che prima o poi mi sveglio, e mi accorgo che mi manca quello che vorrei. E allora dormo poco, e arraffo quel che c’è, senza farmi tanti scrupoli, senza pensare troppo alle conseguenze, come farebbe un condannato a morte, quale sono, quali siamo, tutti. Ecco la verità.
E tu? Come stai tu?

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=264


CommentaScrivi post
ALESSIO

Cocktail
14/03/2019 14:47:19
Post di ALESSIO
Contatta

share

E ce ne andiamo in giro per il mondo, ognuno con il volto che ha, ognuno con la sua faccia, che è fatta apposta per esprimere, ma anche per nascondere. Una schiena, due gambe, un seno... puoi guardarli, certo, e possono piacerti o meno. Anche una mano può dire molto, ma è l’anima che cerchi, ed è nel volto che la trovi, o per lo meno ci trovi quel che riesce a venir fuori. Che poi una bocca può aprirsi per meraviglia, o per noia, e i denti vengono fuori per rabbia, o per felicità: c’è da leggere, da interpretare. E ce ne andiamo in giro, vagando per le strade di questo bellissimo pianeta, a rappresentare il nostro animo, come tanti messaggi nella bottiglia, ognuno unico ed irripetibile. Siamo cocktail fatti di casualità, genetica ed esperienze. La terra è un pianeta multicolore, variegato e complesso, ci vorrebbero mille vite solo per cominciare a farsene un’idea. E’ un magnifico contenitore di risposte che non aspetta altro che esprimersi, e per farlo ha bisogno della tua fame e della tua curiosità. Viaggia, comunica, ama, sorridi, senza timore. Lascia andare tutta la luce che è in te, il mondo ne ha bisogno.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=263


CommentaScrivi post
ALESSIO

Lontana
11/03/2019 11:44:16
Post di ALESSIO
Contatta

share

Lontana. Sei lontana di quella distanza che è assenza, anche quando sei a un passo da me, e non ci sei, ed è tutto chiaro, ma io non voglio vedere.
Ovunque. Sei ovunque. Nella mia testa, nei miei occhi, e nel bagliore di un falò all’orizzonte, e nel suo calore immaginario, che però scalda davvero.
Vuoto. Resta il vuoto, dopo te, che riempi ogni luogo senza occupare spazio, e ti sento da lontano ma senza bisogno di decibel, e ridisegni il mondo passandoci attraverso, senza nemmeno toccarlo.
Denso. Troppo denso, il tuo ricordo. Scorre a fatica nelle vene e porta via ogni cosa, la forza, il fiato, il motivo, e guardo intorno e non vedo niente, nemmeno dentro al Louvre.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=262


CommentaScrivi post
ALESSIO

Tu non lo sai
08/03/2019 08:41:13
Post di ALESSIO
Contatta

share

Tu non lo sai cosa succede al di qua dei miei occhi. Non sai niente dei miei battiti accelerati quando ti avvicini. E non sai del gusto amaro delle tue battute sarcastiche, o forse si, ne sai qualcosa. Ma non hai idea di quanto sia dolce sentirti ridere. E non sai cosa succede nel mio petto quando ti guardo, e sei bellissima così come sei, e ti vorrei abbracciare, ma tu non vuoi. Tu non sai un sacco di cose, e non vuoi saperle, e l’orologio scandisce il tempo, un tempo che non trascorre, ma cade. Cade dentro un buco e si disperde nel vuoto, e io con lui.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=261


CommentaScrivi post
ALESSIO

L’età avanza
04/03/2019 04:37:09
Post di ALESSIO
Contatta

share

Puoi mettercela tutta. Essere puntuale, affidabile, generoso... tanto il difetto te lo trovano.
L’età avanza, dicono, e hanno ragione. A me, per esempio, avanzano una decina d’anni, qualcuno li vuole?
Mangi in fretta, non ti gusti le cose, dicono. Ma cosa c’entra la fretta col gustare? Se le lenticchie le mangi una alla volta? Godi? Non credo. Che poi, se quelli grossi si chiamano bocconi, quelli piccoli come si chiamano?
Li lascio fare a voi...

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=260


CommentaScrivi post
ALESSIO

Eccoti
01/03/2019 01:34:06
Post di ALESSIO
Contatta

share

C’è solo una cosa che supera la meraviglia della tua bellezza, ed è la meraviglia di trovarti ad aspettarmi. Quando apro gli occhi, e sei lì. Quando ti trovo fuori che aspetti, e sei lì solo per me. Il giorno in cui non ti troverò sarà... terribile. La bellezza nutre, fortifica, motiva, rende dolce ogni situazione. Io non so come farò a rinunciare a tutto questo, un giorno, ma so che non ci rinuncerò ora. Lascerò che tu splenda, e condividerò la tua bellezza con il mondo, perché la bellezza non è altro che l’espressione spudorata e selvaggia della libertà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=259


CommentaScrivi post
ALESSIO

Punto
25/02/2019 22:31:03
Post di ALESSIO
Contatta

share

Mia ossessione, ci sei sempre, più spesso al mattino, apro gli occhi e sei lì, a forzarmi, a deformare ogni mia volontà, ogni mio buon proposito, a costringermi a scavare, a tirare fuori quello che lascerei sepolto, e sei un lavandino pieno d’acqua, e mi tieni la testa dentro, e quando mi lasci respirare vedo il mio riflesso, la mia faccia, e gocce, e cerchi, e contorni sfumati, e non mi riconosco, e non so più cosa é meglio e cosa é peggio, e cedo, e mi arrendo a questa guerra inutile, al suo finale scontato, vinci tu, vince l’animale, quale sono, e non riesco a smettere, non riesco a mettere un punto, tranne adesso che sto scrivendo, e comando io, punto!

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=258


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il prezzo di un sorriso
21/02/2019 18:26:59
Post di ALESSIO
Contatta

share

Quanta luce c’è nel tuo sorriso? Dov’era un minuto fa? Quale nuvola copriva il tuo cielo? Ce ne sono di giornate storte e porte chiuse, in fondo ai tuoi occhi, e facce girate, che magari si chiamano volti proprio perché si voltano. Ce ne sono di delusioni, e stagioni buttate via, nel tuo modo di tenere la mano e di accarezzare piano, come fanno i gatti. E poi c’è la luce del tuo sorriso, imperfetta e unica, come quella di un diamante. Una luce che si alimenta di tutto quello che hai passato, di giorni grigi e momenti bui, come una lampada che trasforma in luce il nero petrolio. Sorridi, ti prego, sorridimi, che tutto diventa più bello e più facile: sopportare, resistere, faticare. E forse è proprio questo il prezzo di un sorriso.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=257


CommentaScrivi post
ALESSIO

Vita da cani...
18/02/2019 15:23:56
Post di ALESSIO
Contatta

share

Vita da cani, si dice. Bah, eppure se ne vedono di cani in giro col tenore di vita più alto del mio. Vabbè, magari un cane ogni tot se la passerà pure male, ma perché non dire: vita da salmone? No perché, il salmone fa davvero una vita di merda. Viaggia per migliaia di chilometri, affronta l’acqua dolce, risale il fiume gettandosi in bocca agli orsi e muore di fame per una scopata. E questo è niente. Color salmone, si dice, ma il salmone é grigio, é la sua carne che é rosa. É come se dicessimo rosso uomo, che orrore! Chi diavolo è il necrofilo che ha coniato il termine? E poi: Salmone, da cosa deriva? Da grossa salma? Ma perché non chiamarlo cadaverone? Vuoi il peggio per qualcuno? Auguragli di reincarnarsi in un salmone sottodotato, così alla fine del suo schifo di vita manco riesce a scopare.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=256


CommentaScrivi post
ALESSIO

Buchi
15/02/2019 12:20:53
Post di ALESSIO
Contatta

share

Buchi, buchi ovunque, nello stomaco, nei lobi e nell’anima. Da Praz a Cocciante, seguaci dell’horror vacui, riempitori di buchi con un unico scopo, e mai vocabolo fu più opportuno. Ce l’hai un buco dopo cena? Ce l’hai 24 su 24, un buco. Dopo Neanderthal e Sapiens è l’era dell’Homo Hemmental, specializzato in buchi nell’ozono e buchi nell’acqua, e portatore sano di orifizi.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=255


CommentaScrivi post
ALESSIO

Buongiorno
12/02/2019 09:17:50
Post di ALESSIO
Contatta

share

Buongiorno, nuovo giorno. Colazione a letto, al solito, a base di rospo da buttare giù, che di energia ne da. C’è il solito riflesso nello specchio. Sarei io quello? Uno che nemmeno mi somiglia. Fossi un pesce in un acquario sarei quello trasparente, quello che si crede invisibile ma non lo è, anzi, al contrario, il suo curioso involucro di gelatina lascia vedere proprio il cuore e il suo pulsare. Si pedala oggi, due fette di passato spalmate di ricordi basteranno, la bici andrà, che di cose da far pesare sui pedali ne ho. E la luce arriva sempre troppo presto, troppo dentro, veloce com’è. Non ha tempo lei, non ha età, lo dicono Einstein e la sua teoria, e lo dice anche l’anima mia, che certe cose vorrebbe lasciarle al buio.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=254


CommentaScrivi post
ALESSIO

Mai più!
08/02/2019 05:13:46
Post di ALESSIO
Contatta

share

Mai più! L’avevo promesso a me stesso e al mondo brandendo il pugno, manco fossi Rossella O’Hara. E poi? Poi mi scopro a rifare tutti i passi che avevo giurato di non fare mai più, a commettere gli stessi errori di sempre, di nuovo. Il fatto è che non hanno il sapore ne l’aspetto degli errori, o almeno non subito. Lo diventeranno, forse, errori, quei bellissimi istanti. Quante volte? Quante volte ancora dovrò sbagliare per imparare? La verità è che quei dolcissimi momenti sono fra i pochi per cui valga la pena vivere, e ne ho un bisogno disperato. Lo so, inoculano un veleno che fa soffrire da cani e ti porta a un centimetro dalla morte. Ma per quanto giuri a me stesso che è l’ultima volta, sbaglierò di nuovo. Probabilmente, fra molti anni, esalerò l’ultimo respiro tentando di sbagliare ancora una volta.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=253


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il tuo polso...
05/02/2019 02:10:43
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il tuo polso disegna un angolo elegante che ricorda la caviglia di una gazzella, mentre tieni aperto lo spillatore. Lo fai con l’immobilità incerta di una preda in allerta, pronta alla fuga. E intanto pensi ai tuoi sbagli di ieri, nuovi errori in una vita tutta sbagliata. La schiuma svanisce da sola, basta lasciarle il tempo. Ma tu impugni la spatola e la tagli via con un gesto secco ed improvviso. Si ostina a formarsi, maledetta schiuma, come i ricordi che vuoi cancellare. Meglio amputare, e lo fai con cattiveria. Ma non sei cattiva, sei solo arrabbiata, soprattutto con te. Urleresti, diresti… Tutti fuori! Cancrene! Ma non lo fai, te ne stai lì a guardare la birra e le sue bollicine che giocano allegramente, e schiumano ancora, e impugni la spatola, e tagli via tutto.
L’amore si comporta come il lievito di birra, si nutre dello zucchero, mangia tutto il dolce che c’è, e lo trasforma in alcol, in ricordi, in nostalgia, in odio, e impugni la spatola, e tagli via tutto.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=252


CommentaScrivi post
ALESSIO

La gente
01/02/2019 23:07:40
Post di ALESSIO
Contatta

share

La gente si accalca sul buffet, brulica, come api sul favo. Il vociare rimbalza sui muri e si mescola al rumore delle stoviglie ed alle risate forzate di chi ride per esistere. Ma ci fai caso solo tu, tu che taci. Quelli del tavolo a fianco parlano di CO2 come di un veleno serpeggiante e subdolo. Intanto lei, la CO2, risale nei loro calici sottoforma di bollicine, veloci, ordinate e silenziose. Sembra fuggire di soppiatto per non farsi riconoscere, proteggendosi dietro al vetro. Mi sento dietro al vetro anch’io, che guardo il mondo con la stessa espressione di un pesce nell’acquario. Se sei solo la gente ti guarda come si guardano i soli, e non mi riferisco alle stelle. La gente pensa che, se nessuno è seduto al tuo tavolo, ci sarà un buon motivo: sarai pericoloso, matto o infettivo. Manco il pakistano con le rose è venuto da me, una volta che gliele avrei comprate tutte, le rose.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=251


CommentaScrivi post
ALESSIO

É notte
28/01/2019 19:03:36
Post di ALESSIO
Contatta

share

É notte, fuori dal finestrino, é il momento delle luci fioche, quelle che esistono solo nell’oscurità. É giorno dentro me, che porto dentro la tua luce. É fulgida e radiosa, e brilla, e riverbera, e temo si veda che è nuova, e non è mia, e che l’ho rubata.
Si, l’ho rubata e ne ruberò ancora, tutta quella che potrò. La strapperò via dal tuo ventre come fanno i briganti, come i pirati all’arrembaggio, come gli indiani quando si avventano sulla diligenza, con la furia di chi sente di essere in credito con il mondo e si prende la sua giustizia con la forza, senza pietà ne pudore. Ti vorrei qui, ma é notte, é il momento del buio dopo la luce, é il momento delle luci fioche, quelle che hanno diritto di essere visibili, di tanto in tanto.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=250


CommentaScrivi post
ALESSIO

Spazio
25/01/2019 16:00:33
Post di ALESSIO
Contatta

share

Quanta gente può entrarci in un bus? Quanto spazio c’è? E quanto ce n’è in ognuno di noi? Come é possibile che l’universo che portiamo dentro possa trovare spazio su uno di questi sedili? É come provare ad immaginare l’infinito, non c’è logica, non c’è proporzione. E ti chiedi quanto spazio c’è dentro un anima, e quanto ce ne può essere dentro un cuore. E lí, in fondo ai tuoi occhi, in quel pezzo di universo colorato e perfetto, quanto spazio c’è? Mi piacerebbe entrarci, farci un giro, guardarti da dentro. Sono sicuro che ci troverei più arte che al Louvre, e più colori che in un quadro di Frida Kahlo. Siamo giochi di scatole, matrioske ambulanti, storie ed esperienze che il tempo stratifica e che puoi leggere come cerchi dentro un tronco. Quanto é grande questo bus? Quanto é grande il tuo petto? Riuscirà a contenere il tuo cuore? É per questo che spesso hai la sensazione che voglia esplodere? Tienimi la mano, e usa un po’ del mio, di spazio, se vuoi.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=249


CommentaScrivi post
ALESSIO

Napoli
22/01/2019 12:57:30
Post di ALESSIO
Contatta

share

Napoli ha le strade sue, pentagrammi di lava solida fatti apposta per scriverci le voci ed i suoni suoi, e stai zitto e spegni la radio, e ti spieghi com’è nata la musica di Pino.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=248


CommentaScrivi post
ALESSIO

Amore verticale
18/01/2019 08:53:26
Post di ALESSIO
Contatta

share

Il nostro è un amore verticale, unghie e denti conficcati nella roccia, e fiato fermo in gola, che non c’è più tempo, nemmeno per respirare. Ma quello che provo per te non ha una fine, come il mare profondo, dove il buio diventa vertigine. Ti nutrirei delle mie carni, mi nutrirei delle tue. Piango lacrime leggere e fresche, emozioni traboccate. Io, contenitore troppo piccolo per il tuo oceano, rido, e ci sei, e non ci credo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=247


CommentaScrivi post
ALESSIO

Le cose accadono
15/01/2019 05:50:23
Post di ALESSIO
Contatta

share

Le cose accadono, i frutti cadono, i muri crollano.
Batte il mio cuore, in mezzo alle gente, e sono tutti di schiena.
Batte indeciso, come un cane randagio in mezzo all’incrocio.
Batte lento, che domani arriverà a mezzanotte, e non prima.
Le cose accadono, a volte al di qua, altre al di là della verità, ma accadono sempre.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=246


CommentaScrivi post
ALESSIO

Asimmetria
12/01/2019 02:47:20
Post di ALESSIO
Contatta

share

Una stanza in cima al mondo con vista sull’infinito e domotica a lettura dei gesti, bella! ...ma sopravvivere alla notte in tenda, e i leprotti che ti zompettano il buongiorno, vuoi mettere?
Un bolide fiammante, il suo ruggire nel petto, arrivare fino a Capo Nord, bello! ...ma arrivarci in Renault 4, vuoi mettere?
Il bello della vita non è tecnologia, ma la vita stessa, e la sua asimmetria.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=245


CommentaScrivi post
ALESSIO

Da te in poi
08/01/2019 23:44:17
Post di ALESSIO
Contatta

share

Da te in poi, tutto é cambiato.
I ricordi sono lontani come scene di vecchi film visti da bambino. E le parole hanno un suono più dolce ed un senso più vero, che non sembrano più le stesse parole.
Da te in poi, tutto é diverso.
Le mie mani hanno smesso i dubbi. Percorrono le tue forme come lo scultore fa con la sua opera. E gli spazi siderali dentro i tuoi occhi sono posti sconosciuti nei quali mi sento a casa mia.
Da te in poi, ci sono io, il vero me.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=244


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ridisegni il mondo passandoci attraverso
04/01/2019 19:40:13
Post di ALESSIO
Contatta

share

Vorrei mostrarti luoghi che conosco, ma ogni posto è nuovo quando ci sei tu.
La luce, confortevole e diffusa, rende ogni colore schiavo della tua bellezza.
L’aria, fresca e lieve, muove i tuoi capelli così come il mare fa con le alghe.
La terra, dolce e fertile, lascia che l’amore avanzi in silenzio, come fanno le radici.
Il fuoco, crepitante e vorticoso, divora il mio animo fatto di stoppie secche.
Stella mia, mio sogno realizzato, ridisegni il mondo passandoci attraverso.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=243


CommentaScrivi post
ALESSIO

C’era tutto
01/01/2019 16:37:10
Post di ALESSIO
Contatta

share

C’era si. C’era tutto quello che dici. Non l’hai sognato.
C’erano sguardi che accarezzavano, e carezze che percorrevano la pelle come elettricità. C’era la voglia di stare insieme, l’istinto di cercarsi. Impulsi spontanei, immotivati, potenti.
Bocche che si cercavano, respiri che si respiravano, mani che si intrecciavano. Ogni centimetro di pelle era nudo, esposto. Ogni centimetro di anima era vivo, e urlava, desiderava.
Ora no, tutto questo non c’è più. Giace nei ricordi, immobile.
È bastata una notte perché un velo di polvere coprisse ogni cosa. Eppure ne senti ancora il suono, ne senti l’odore, ne senti i brividi.
E c’è una scena, una maledetta scena che ricorre, che nemmeno racconti, perché è solo una stupida scena, insignificante di per se, ma sufficiente a torturarti, a toglierti fiato e sonno. Passerà. Passerà ogni cosa. Passerà ogni dolore. Si confonderà fra le pieghe della vita, per quanto ora possa sembrare impossibile. Lascia che il tempo scorra e che le cose accadano. Questo dolore diventerà un ricordo, con i suoi colori sbiaditi e la sua colonna sonora fuori moda. E non te ne importerà più niente.
Accadrà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=241


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sei il mio tutto ed il mio niente
25/12/2018 09:30:03
Post di ALESSIO
Contatta

share

Sei un discorso e le sue pause, un soufflé ed i suoi vuoti, un flute di prosecco e le sue bollicine, sei il mio tutto ed il mio niente perfettamente miscelati.
Mi togli il fiato e me lo dai, e non me lo spiego, ed è tutto chiaro.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=239


CommentaScrivi post
ALESSIO

Urlano al piano di sotto
14/12/2018 23:19:53
Post di ALESSIO
Contatta

share

Urlano al piano di sotto, se ne dicono di cose, non sono le parole in se ad offendere quanto il modo di sputarle in faccia, e tu credi guardino la partita, che si facciano prendere dal tifo.
Balla il vecchio sul marciapiede, magro, elegante, sembra segua un ritmo sincopato, una specie di tip-tap, ma è il morbo di Parkinson che lo muove.
Sfrecciano le rondini, stridono nel cielo estivo, sembra giochino, sembra si inseguano, si nutrono invece, predano gli insetti.
Ti lascerò credere che le rondini giochino, che i vecchi ballino, e che i vicini di casa seguano il calcio, non per il gusto di mentirti ma perché la verità manca di fantasia, di senso estetico e di ironia, delle volte.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=236


CommentaScrivi post
ALESSIO

Manca
11/12/2018 20:16:50
Post di ALESSIO
Contatta

share

Manca. Ti manca, come l’aria manca ai polmoni, e sei un martello di polistirolo, un urlo che non sposta aria. La tua forza resta dentro te, inespressa... surriscalda, marcisce, e il tempo scorre a fatica, in un continuo sonno a metà. La mancanza è un vuoto, uno spazio incolmabile che inghiotte tutto, ma c’è, esiste, ha fattezze umane. Scivola dentro la tua anima, ti tortura, imperla la tua fronte, si nasconde, ti lascia vivere come fanno i parassiti. Poi riappare, e sorride, si prende gioco di te. Puoi chiamarla mancanza, o come ti pare, perchè è tua, è dentro di te e in nessun’altro posto, anche se ti meraviglia che il mondo continui il suo corso, che la gente non trovi insopportabile il trascorrere del tempo così come succede a te. La mancanza c’è, e non manca affatto, e non mancherà, nemmeno quando andrà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=235


CommentaScrivi post
ALESSIO

La vita non torna
08/12/2018 17:13:47
Post di ALESSIO
Contatta

share

A che serve quest’attesa? A chi serve quest’agonia volontaria? Fa quel che devi. Falla una corsa sul mio campo minato. Vediamo dove arrivi, vediamo come arrivi, in quanti pezzi, ma vediamolo subito, adesso. Se proprio non riesci, se la paura ti paralizza, torna quando sarai cresciuto, torna quando avrai capito che la vita non è tempo ma intensità, quando sentirai il sangue pulsare nelle vene senza temere che ti scoppi il cuore, quando le gambe, seppur tremanti, ti reggeranno, quando riuscirai a respirare in mezzo al pianto, quando, con un ringhio, fermerai il battere dei tuoi denti. Se non riesci... avrai un’altra possibilità... forse, ma non con me, sparisci, e cancella il mio numero, che la vita non torna.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=234


CommentaScrivi post
ALESSIO

Non oggi
05/12/2018 14:10:44
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non chiedermelo, non chiedermi niente, non oggi, non adesso. Ho le mani ferme, credo… e se si muovono è perchè tremano. Se solo potessi guardarle… ho le palpebre pesanti, troppo, e non sento, non sento niente. Non venire, sono chissà dove, forse su Giove, immerso nella sua superficie di idrogeno liquido, schiacciato dalla sua gravità tre volte superiore a quella terrestre. Non venire, non oggi, lasciami stare sul mio pianeta. Ho lamenti da buttar fuori, lamenti confortanti per me, ma dei quali mi vergogno. Lasciami qui, nello spazio siderale, le mie ferite esangui asciugheranno, i miei occhi di serpe seccheranno, e avrò nuovi spigoli da smussare. Sarò di nuovo io non temere. Ma non oggi. Oggi no.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=233


CommentaScrivi post
ALESSIO

Siamo ancora in tempo
01/12/2018 10:06:40
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ciao amore mio, che ne dici di sbrigarci?
Facciamo quel che dobbiamo, facciamolo presto, diciamoci le peggio cose, tiriamo fuori l’odio che portiamo in corpo, tanto è così che finirà.
Ti stancherai del mio odore, del mio modo di dormire, di come porto il cibo alla bocca, di come chiamo il cameriere, del mio modo di guidare, di gesticolare, ti stancherai di me, prima o poi. Diciamoci tutto, facciamolo adesso, vomitiamoci addosso veleni, cattiverie e gelosie, spudoratamente. Radiamo al suolo ogni cosa. Esauriamo la vena del nostro sentimento. Sbraniamo tutto, sfamiamoci. Tradiamoci vilmente. Sputiamoci in faccia. Lasciamoci morti per terra. Voltiamoci le spalle. Entrambi convinti. Entrambi vincenti. Adesso che sei ancora tu, e siamo ancora in tempo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=232


CommentaScrivi post
ALESSIO

Il tempo scorre
25/11/2018 04:00:34
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ti appoggi al lavandino, e nello specchio ci trovi quel che resta di te. La lampada a diffusione illumina i tuoi occhi e ne cava una luce profonda e inquieta, la luce della consapevolezza. Apri il rubinetto e lasci che l’acqua scorra e porti via con se ogni cosa, perché tutto ha un peso, perfino l’aria da buttar dentro ad ogni respiro. Quante volte dovrai ricominciare? Quante volte ancora? E intanto saggi la temperatura dell’acqua con la mano, ma non senti, non senti niente. Ogni ferita è un callo, ogni scottatura è uno strato di pelle in più, e perdi sensibilità, perdi contatto, e invecchi. È la cattiveria della gente a farti invecchiare, non il tempo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=229


CommentaScrivi post
ALESSIO

La luce è tutto
20/11/2018 23:56:30
Post di ALESSIO
Contatta

share

La luce corre, rimbalza, disegna, colora, sottrae spazio al buio.

La luce è tutto, tutto quel che vedi.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=228


CommentaScrivi post
ALESSIO

Stella mia
17/11/2018 20:53:27
Post di ALESSIO
Contatta

share

E percorri nuove strade con i soliti vecchi passi che suonano energici e svelti come mai prima.
E formuli nuove frasi con le parole di sempre che suonano nuove, efficaci e vivide.
Ci sono emozioni nuove che sono sempre state lì, sempre, invisibili, si sono cibate di niente, come batteri estremofili dentro la guarnizione di una navetta spaziale proveniente da chissà dove.
Hanno trovato habitat e cibo in te.
Stella mia.
Vita, vita nuova.
In te.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=227


CommentaScrivi post
ALESSIO

Bellezza e verità
14/11/2018 17:50:24
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ci sono momenti in cui le cose troppo belle per essere vere, sono vere, semplicemente.

Ringrazio il lampione, mi ha permesso di tener ferma la fotocamera per un tempo sufficiente a catturare la luna più bella che abbia mai visto.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=226


CommentaScrivi post
ALESSIO

E cerchi
10/11/2018 13:46:20
Post di ALESSIO
Contatta

share

E cerchi regolarità in questa vita fatta a forma di singhiozzo. Cerchi continuità in te, che sei un vecchio ora ed un bambino fra un ora. E cerchi, e quadri, ma è una vita che non quadra mai. Per questo te ne vuoi restare seduto, con i gomiti sulle ginocchia e la testa fra le mani. Ti conforta non pensare... a dove sei... a cosa fai... ok... ma non guardare giù... non guardare quanto è ripida la parete che stai scalando, e quanto è sottile il filo a cui sei attaccato. La vita è una vertigine. Qualsiasi cosa accada... non guardare giù.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=224


CommentaScrivi post
ALESSIO

Usa le tue cose
07/11/2018 10:43:17
Post di ALESSIO
Contatta

share

Strani posti i musei paleontologici. Sono pieni di cose le cui età hanno troppi zeri per farsene un’idea precisa, oggetti che non svolgono più la loro funzione da tempo immemorabile, cose create con uno scopo preciso ormai ridotte a soprammobili inutili.
Usa le tue cose. Usa la tua bici, i tuoi abiti, i tuoi attrezzi. Gli oggetti vanno usati, anche se si consumano, anche se si rovinano, anche a rischio di perderli o che te li portino via. È la loro funzione, l’uso li nobilita così come il lavoro nobilita l’uomo.
Ricordi la volta che mi hai mostrato come ti stava il vestito nuovo? E ti stava bene, talmente bene che… abbiamo passato una seratona. Certo, dentro l’abito c’eri tu, ma il vestito... ah… quel vestito. Immagina se, invece, lo avessi lasciato dentro l’armadio, per non sgualcirlo, magari nel cellophane, da tenere buono per un’occasione importante. La verità è che ogni minuto è un’occasione importante ed irripetibile, e se avessi scelto di non indossarlo... quella sarebbe stata una serata qualsiasi. Si, avresti il tuo abito ancora intatto, ma un oggetto inutilizzato è poca cosa.
Ci penso guardando una crisalide imprigionata nell’ambra, da duecentotrentamila anni dice il cartellino, è conservata perfettamente, anche le sue fragilissime ali sono lì, intatte, ma non hanno volato mai.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=223


CommentaScrivi post
ALESSIO

Le cose accadono
01/11/2018 04:37:11
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non è sicuro che tu possa trovare quel che cerchi, quel che desideri, quel che hai sempre sognato. Non è detto che tu possa incontrare la persona giusta nell’arco di una vita. Ma le cose accadono, e lo fanno all’improvviso. Non hai il tempo di organizzarti, di ricomporti, di darti una sistemata. Giusto l’istinto di fare spazio e tirar fuori il tuo miglior sorriso... per quanto esitante perché spento da tempo... sperando che non ci sia nulla di incastrato fra i denti... un semino... un ricordo. E il tuo futuro viene a sedersi lì, accanto a te... e l’aria entra nei polmoni da sola, senza bisogno di respirarla, ed è profumata... e la vita comincia.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=221


CommentaScrivi post
ALESSIO

Lo sport?
28/10/2018 00:33:07
Post di ALESSIO
Contatta

share

Lo sport è forza, classe, fede, fortuna, onestà e disciplina mescolate insieme.
Lo sport non è un hobby.
Lo sport é un modo di vivere.
Lo sport è battersi con quello che si ha, e se ti manca qualcosa... ti arrangi.
Lo sport è essere sportivi: c’è un vincitore, un perdente, e il giorno dopo si ricomincia.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=219


CommentaScrivi post
ALESSIO

Cosa sei tu?
24/10/2018 21:30:04
Post di ALESSIO
Contatta

share

Si nasconde dietro un filo d’erba.
Lo trovi stupido?
Sei sicuro che conoscere un sacco di cose faccia di te un essere superiore?
É un animale selvatico, sa quel che deve sapere.
E tu? Sapientone... Di preciso... sai chi sei? E, soprattutto, sai cosa sei? Hai coscienza di te?

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=218


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sei stata, non lo sei più
21/10/2018 18:27:01
Post di ALESSIO
Contatta

share

Sei stata la mia felicità, la mia gioia, la mia luce, non lo sei più.
Sei stata il mio passato più dolce, il mio futuro più luminoso, non lo sei più.
Sei stata l’amore che chiude lo stomaco e abrade le vene dall’interno, non lo sei più.
Sei stata il miglior motivo per vivere e il migliore per morire, non lo sei più.
Sei stata quel che avrebbe potuto essere e non è stato, e non lo è stato per davvero.
Sei la mia tristezza, il dolore che mi perseguita, una nota atroce che risuona dentro di me.
Cerco la felicità laddove la trovai, ma non c’è più.
Cerco la felicità laddove la trovai, ma trovo solitudine, rifiuto, tristezza.
Cerco la felicità laddove la trovai, ma era una bugia.
Sei uno scarabocchio impossibile da cancellare, devo strappare il foglio.
Sei un nodo troppo intricato da slegare, mi servono le forbici.
Sei un dolore troppo grande da sopportare, non esisti più.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=217


CommentaScrivi post
ALESSIO

Vivo alla giornata
17/10/2018 14:22:57
Post di ALESSIO
Contatta

share

Vivo alla giornata? Dici? Perché, tu come vivi? Alla nottata?
Dovrei muovermi?
Ma io non sono fermo.
La mia è l’immobilità sospesa e sbilanciata che precede il furore, quella di un centometrista sui blocchi di partenza.
Dammi uno straccio di motivo... e ti faccio vedere.
É il motivo che manca! Manchi tu.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=215


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sei bella
14/10/2018 11:19:54
Post di ALESSIO
Contatta

share

Sei bella, mentre sei lì che aspetti, e il tempo proprio non vuol passare.
Cresce l’ansia, attesa si somma ad attesa, perchè aspetti qualcuno, e sai con certezza chi, ma aspetti anche qualcosa, e le certezze si diluiscono nei dubbi, e il tuo sguardo si indurisce, e sei bella.
Tante domande, tante che quando ti sembra di aver trovato una risposta plausibile non sei più sicura di ricordare la domanda.
E ti chiedi se, su questa terra, esiste qualcuno che davvero ti voglia bene, e sappia chi sei, e capisca, e questo dubbio si nutre dei minuti che passano, degli sguardi che arrivano e di quelli che ti schivano, degli odori che insieme alle incertezze ti tolgono il fiato e la voglia di respirare.
Ma certo che si. Al di qua dei tuoi bellissimi occhi il mondo è un posto magnifico perchè ci sei tu. Sei bella, il tuo modo di camminare e la frenesia implosa della tua attesa sono opera di un dio benevolo, sei espressione dell’amore con cui sei stata creata, sei bella.
Lascia che il tempo scorra e che le cose accadano e che i tuoi bellissimi occhi accarezzino persone e oggetti così come fa la luce del mattino. Lascia che il sole che hai dentro affiori sul tuo volto sotto forma di sorriso. Che quando sorridi sei bella, di una bellezza che piega la luce e deforma il tempo.
Sei bella.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=214


CommentaScrivi post
ALESSIO

Bellatrix
30/09/2018 22:06:41
Post di ALESSIO
Contatta

share

Bellatrix, mia fulgida stella, incantevole bagliore partito quando il mondo era un altro, quando Napoleone era solo un bambino e gli strumenti che ora raccolgono le tue particelle di luce erano semplici pezzi di vetro.
Bellatrix, piccola luce bluastra resa tremula dall’atmosfera terreste, sono solo dieci chilometri di gas, la luce ci mette un istante a passarci attraverso, ma questo è sufficiente a rendere instabile una luce che ha viaggiato nello spazio per miliardi di chilometri senza subire alcuna interferenza, basta davvero poco per cambiare la percezione della realtà, basta un attimo.
Bellatrix, io ti conosco, ti riconosco da qualsiasi angolazione, ti ammiro, ti contemplo, sei unica per me, ti amo, la tua luce è tutto, gli altri ti guardano come stella fra le stelle mentre per me sei l’unica e sola luce che conti davvero, sei la mia luce.
Bellatrix, luce mia! Ma no, la luce è di tutti, di tutti coloro che possono vedere, anche se i loro sguardi sono diversi dal mio, anche se ti guardano senza amore, senza rispetto, aggettivando, categorizzando, che cosa triste! Ma io… non posso farci nulla, io… non devo farci nulla, la luce è di tutti, tutti quelli che hanno occhi.
Bellatrix, luce della vita mia! Volevo che nulla offendesse la tua luce, il tuo splendore, e alla fine sono stato io ad offenderti, perdonami, la verità è che il tuo “non me lo chiedi più… di splendere” mi ha devastato, è vero, ho perso il coraggio di amarti, mi ha vinto il timore di perderti.
Bellatrix! Sono tornato, sono qui per te, ho di nuovo il coraggio che mi aveva abbandonato, sono pronto ad amarti senza paura.
Bellatrix, mio futuro radicato nel passato, mia gioia, ti ammiro, ti voglio, sono base, sono casa, sono rifugio, e sono anche libertà… me lo hai insegnato tu che dicevi di non avere nulla da insegnarmi.
Bellatrix! Luce mia... vieni via con me...scibò scibobò... non perderti per niente al mondo lo spettacolo d’arte varia di uno innamorato di te...

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=209


CommentaScrivi post
ALESSIO

Chi ve l’ha insegnato?
27/09/2018 19:03:38
Post di ALESSIO
Contatta

share

Un accendino lo chiamano accendino, sempre, anche quando il gas è finito e non accende più.
Un interruttore lo chiamano interruttore, sempre, anche quando la luce è accesa e non interrompe più.
L’ascensore lo chiamano così anche quando scende.
L’umanità può essere disumana senza dover cambiare nome.
Ho fame, di una fame che cinquecento lire di focaccia dal panificio Magda non sazia, e nemmeno mille, ho fame di capire la gente.
Ho fame di capire quelli che disintegro con un solo fiato, senza nemmeno volerlo, e ci sto male.
Ho fame di capire quelli che, mentre li abbraccio, mi feriscono il fianco scoperto, e ci sto male.
Come fate voi altri?
Chi ve l’ha insegnato?

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=208


CommentaScrivi post
ALESSIO

Inverno
23/09/2018 14:59:34
Post di ALESSIO
Contatta

share

Manutenere l’auto, prodigarsi affinché nulla accada, la trovo un’attività invernale.
È l’esatto opposto di quel che si fa ai primi caldi, quando si aprirono i finestrini al sole di aprile, e si spinge sull’acceleratore, e si urla la propria libertà.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=206


CommentaScrivi post
ALESSIO

Non posso accettarlo
20/09/2018 11:56:31
Post di ALESSIO
Contatta

share

Le foglie sono ancora lì, abbarbicate ai rami, attaccate ad una vita che le ha abbandonate da tempo.
Resta un legame passivo, privo di flusso, un legame sterile che, come la poesia, è pura illusione e per questo commovente.
Foglie d’autunno, riflessi dorati, ricordi sospesi sul vuoto del tempo, destinati ad essere spazzati via, alla prima folata, alla prima gelata, senza lasciare traccia. Devo accettarlo.
Sono qui a contemplare la vita che muore, ad ammirare qualcosa che era, qualcosa che c’è, ma non è più. Sono qui, foglia fra le foglie, rottame di un amore e il suo ricordo che è dolore, e devo accettarlo.
La vita muore perché dà vita ad altra vita.
Ci saranno nuove foglie, tenere, verdi.
La vita muore per rimanere viva, per perpetuarsi.
La vita è affamata, divora tutto, prepotente e fiera, mangia col pieno diritto di farlo, e questa volta si nutre di me. Devo accettarlo.
E come la vita si nutre di ogni cosa io mi nutrirò di questo dolore, per quanto sia immenso, nauseante ed indigesto, io lo ingoierò, dovessi metterci un secolo, perché dimenticare proprio non mi va, non posso accettarlo.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=205


CommentaScrivi post
ALESSIO

Sii mia
17/09/2018 08:53:28
Post di ALESSIO
Contatta

share

La tua assenza inghiotte il mio presente, lo priva di senso, lo sfregia.
Lascia che il mio sguardo si mescoli al tuo, che la mia fine ed il tuo inizio si confondano inestricabilmente, che i nostri destini trovino il loro equilibrio uno nell’altro.
Sii mia.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=204


CommentaScrivi post
ALESSIO

Cinque posti più in là
13/09/2018 04:49:24
Post di ALESSIO
Contatta

share

Carrozza 7, posto 64. L’ha deciso un algoritmo. Ha deciso dove e con chi viaggeró. Il resto l’ho deciso io, credo... e mi chiedo come vedrei il mondo cinque posti più in là, cinque vite più in là.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=203


CommentaScrivi post
ALESSIO

Mio desiderio
06/09/2018 22:43:18
Post di ALESSIO
Contatta

share

Mio desiderio avverato. Il tempo scorre lento quando non sei con me, passa goccia a goccia e si perde nel vuoto, come fa la coda di una cometa. Mi manchi. Nessun tramonto, nessuno scorcio, nessun mare, nessuna stella ha vita, ogni cosa è niente se non ci sei. Sei tutto. Sei il mio destino e la mia passione, che è amore ma è anche sofferenza. E sono debole e provvisorio come ogni uomo su questa terra, ma ti amo, e le mie mani sono ferme, ti amo di un amore che non teme nulla.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=199


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ti scrivo
30/08/2018 15:36:11
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ti scrivo, non ho un motivo preciso per farlo, probabilmente è inutile, sicuramente è patetico, ma lo faccio, niente conforta come affidare i propri pensieri a qualcun’altro, a qualcos’altro.
Quello che ci unisce è grande, bello, puro, quel che ci divide... lo sai solo tu, ma deve essere qualcosa di meno grande, meno bello e meno puro.
Mi sento un naufrago, guardo la mia nave che si allontana portando via con sé il suo vociare, il suo fumo, la sua scia, ho amato quella nave e la amo ancora, e non mi pento.
Ma adesso sono qui, intorno solo acqua, un mare d’acqua, l’orizzonte è tutto uguale, nessuna direzione è meglio dell’altra.
Ho sete, c’è da diventar matti a soffrire la sete in un mare d’acqua, ma ho sete di te.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=194


CommentaScrivi post
ALESSIO

No! Non sto imparando!
24/08/2018 09:30:05
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non sto imparando niente! Puoi fare quella faccia perplessa tutte le volte che vuoi. Continuerò a non imparare niente e tu continuerai a non sopportarmi. Perché io non l’ho capito, non ho capito cosa dovrei imparare. So solo che sono stanco, sono stanco di sbagliare in ogni caso, che io mi muova o meno, che io respiri o meno, che io parli o meno, che io esista o meno... sono stanco di respirare il tuo discredito. Sono stanco di te.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=192


CommentaScrivi post
ALESSIO

Non c’è un perchè
20/08/2018 05:26:01
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non c’è un perchè. C’è tutto il resto: lo spazio, il tempo, lo stato d’animo, la voglia, l’atmosfera… ci sono tutte le condizioni, tutte le linee convergono in un punto, come sulle valve di una conchiglia. E’ un po’ come trovarsi alla stazione, c’è il binario, la gente che aspetta, l’altoparlante che preannuncia il convoglio.... perchè sorprendersi se il treno arriva? E invece resti a bocca aperta. Quando l’amore arriva, ti sorprende, ti scuote. Come a capodanno, hai visto la miccia accendersi ma il botto ti fa saltare, comunque, anche se sai già che scoppierà.
La gente con i bagagli corre più in fretta, forse per abbreviare il tragitto, per abbreviare la pena, gli altri camminano lenti, leggeri, oppure trascinano un fardello interiore, e per quello non ci sono rotelle.
L’abbraccio è perfetto, come il Soyuz che attracca sulla Base Spaziale Europea, nessuno scossone, due oggetti fatti per combaciare, talmente perfetto che per sentirlo devi stringere, spingere.
Cerchi qualcosa, a occhi chiusi, perchè quel che cerchi non si vede, non è calore, non è respiro, è un insieme delle due cose, e di tante altre rimescolate insieme. La mia donna è terra da arare, è bosco da esplorare, è un mare denso in cui nuotare.
L’amore quando arriva ti perfora, sei burro, sei acqua, sei esposto, e ridi, e desideri… e non c’è un perchè, c’è tutto, tranne il perchè.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=191


CommentaScrivi post
ALESSIO

Eroi senza coraggio
13/08/2018 23:19:55
Post di ALESSIO
Contatta

share

E’ morto u curto.
La grande falce appiana ogni cosa, malgrado noi.
Il fatto è che ci sentiamo eroi, tutti.
Se solo avessimo la certezza di porre fine ai mali del mondo, saremmo capaci di qualsiasi gesto.
Provate a chiedere in giro.
Chiunque dichiara, ed è convinto in cuor suo, che sarebbe capace di gettarsi nel fuoco, o affrontare una tigre a mani nude, se solo fosse certo di fare di questo mondo un posto migliore.
Ed è sufficiente questa consapevolezza a farci sentire eroi.
Autostima a mille e coscienza a posto.
Falcone, Borsellino e Impastato non avevano alcuna certezza che il loro sacrificio sarebbe servito, eppure non hanno esitato a fare qualcosa, a soffrire, a donarsi.
La verità è che siamo tutti potenziali eroi, cioè gente che potrebbe fare qualcosa ma non la fa, insomma, dei vigliacchi.

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=189


CommentaScrivi post
ALESSIO

Lettera ad un cugino mai nato
09/08/2018 19:15:51
Post di ALESSIO
Contatta

share

Ok motociclista, mi hai raccontato cosa si prova a fare mille chilometri in un solo giorno e del tuo amore per la natura, va bene, ma niente analogie con noi ciclisti, grazie.
Tu non hai fatto nessuno di quei mille chilometri, te ne sei stato appollaiato su una sella a scoreggiare CO2. Chiedilo alle mie cosce cosa significa FARE mille chilometri.
Tu non ami la natura o, comunque, hai uno strano modo di farlo, il tuo è stalking. Non c’è amore senza rispetto, e tu porti rumore e veleno in posti che hanno come caratteristica proprio l’esserne privi. E’ come bestemmiare in chiesa, urlare al cimitero o starnutire in un’incubatrice. L’amore dov’è?

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=188


CommentaScrivi post
ALESSIO

Ascensore
10/07/2018 13:46:22
Post di ALESSIO
Contatta

share

Non soffro il chiuso, eppure odio l’ascensore. Colpa del tabagista del secondo piano che esce di casa in piena crisi d’astinenza. Colpa della vegliarda del terzo che si improfuma col deodorante per cessi. Ma è, soprattutto, colpa dello smemorato del quarto che mi aspetta tutte le volte e, parandosi davanti alla bottoniera, mi chiede: Che piano?
Ma cazzo, sono sei anni che me lo chiedi, sto cercando di restare in apnea!

http://www.bikeride.it/diario/blog.php?id=150


CommentaScrivi post
Pagina 1 .. 2

Diario clandestino di Alessio Di TommasoLa tua è una tenue traccia fra milioni di altre, non più importante ma unicaalessio.ditommaso@gmail.comCopyright © 2002 - 2019