VLC Media Player
Home
Guida al PORTABLE
Archiviazione
Antivirus
Audio editing
Browser
CD encoding
Code editing
Comunicazione
Controllo remoto
Client P2P
Fotoritocco
FTP Client
Grafica
Grafica 3D
Masterizzazione
Media Player
Montaggio video
PDF Reader
Photo editing
Pulizia del sistema
Suite office
VideoConverter
Contatti





Dimenticate il download di codec, dimenticate le lungagini di Microsoft Media Player e le installazioni lunghe, complesse e cariche di fastidiosi software parassiti di tutti i Media Player concorrenti. Passate a VLC.

DOWNLOAD FILE INSTALLAZIONE

Strumento per il ripping

DOWNLOAD VERSIONE PORTABLE

VLC Media Player è un lettore multimediale gratuito in grado di andare incontro a varie esigenze di utilizzo, merito di una buona versatilità d’uso e di un’interfaccia amichevole. Anche gli utenti che non l’abbiano mai utilizzato hanno così l’opportunità di apprendere rapidamente i comandi principali resi disponibili. Le caratteristiche proposte da VLC Media Player gli consentono di proporsi quale valida alternativa a Windows Media Player, sia per quanto concerne i contenuti audio che per quelli video.

Questo player multimediale freeware è compatibile con buona parte dei formati audio/video più diffusi, tra i quali si segnalano ad esempio MP3, OGG, AAC, FLV, CD, DVD, VCD, AVI, MPEG, WMV, MOV, MP4, 3GP e DivX. Da sottolineare anche il supporto di codec di qualità elevata come Blu-ray Linear PCM, AES3, Real Video 4.0, Dolby TrueHD e Digital Plus. È inoltre capace di gestire vari protocolli di streaming sia in ricezione che in trasmissione per porsi all’attenzione degli utilizzatori più esperti quale server unicast e multicast all’interno di reti locali.

VLC Media Player è tra i lettori multimediali gratuiti meno esigenti in termini di richiesta di risorse hardware, aspetto che ne favorisce l’installazione anche su computer con capacità di elaborazione limitata, come ad esempio i netbook. Tale peculiarità conferisce al programma una buona snellezza operativa per portare a termine velocemente i comandi impartiti dagli utenti.

L’interfaccia utente, pur se essenziale e con un layout fuori dagli schemi, risulta piuttosto intuitiva sin dal primo utilizzo e chi lo desidera può cambiarne l’aspetto in base ai propri gusti, anche attraverso il ricorso a temi personalizzati. Oltre ai consueti menu a discesa vi sono dei pulsanti deputati al controllo ed alla gestione del flusso multimediale, per rendere immediata l’esecuzione di azioni di riproduzione, pausa, stop, avanzamento e riavvolgimento. Non mancano poi i tasti per aprire una playlist, visualizzare un filmato a pieno schermo, riprodurre in modo ciclico o casuale un determinato insieme di elementi ed accedere alla finestra delle impostazioni. Bene in vista è anche lo slider per il controllo del volume, il quale è innalzabile al di sopra del livello massimo di sistema. Per muoversi rapidamente avanti e indietro all’interno del file in riproduzione è inoltre disponibile la timeline orizzontale.

Se non dovesse essere sufficiente l’insieme dei comandi proposti inizialmente da VLC Media Player, si può facilmente entrare nella sezione dei controlli avanzati ed avere così accesso a tasti aggiuntivi per catturare una schermata, riprodurre un video fotogramma per fotogramma, iniziare una registrazione o passare ciclicamente da un punto ad un altro. La personalizzazione dell’interfaccia costituisce un elemento di rilievo dell’applicativo e ciò si estrinseca con un editor delle barre degli strumenti, il quale consente con grande naturalezza di cambiare la disposizione dei pulsanti o di aggiungerne altri. Si possono anche creare più configurazioni differenziate e memorizzarle per poterle richiamare successivamente.

I menu a discesa rappresentano nel complesso il metodo più incisivo per liberare tutte le potenzialità offerte da VLC Media Player in ambiti applicativi. Il menu “Media” permette di interagire con file audio e video sia localmente che in rete, anche come flusso acquisibile da un URL prestabilito, come ad esempio una radio web. “Riproduzione” ospita i comandi principali del lettore con la possibilità di aggiungere segnalibri, variare la velocità di riproduzione e saltare avanti o indietro all’interno di un brano. “Audio” permette di interagire con tracce, canali e dispositivi sonori e fa aprire strumenti sofisticati quali oscilloscopio e spettrometro, mentre “Video” oltre che sulle tracce fa intervenire su aspetti come sottotitoli, ritagli, proporzioni e post elaborazione. Il menu “Strumenti” include diverse opzioni relative a effetti e filtri, sincronizzazione traccia, segnalibri, configurazione, plugin, estensioni e preferenze. ” Visualizza” lascia infine interagire con scalette ed opzioni di personalizzazione del layout grafico, anche per passare alla modalità a schermo intero.

L’utente dispone anche di una ricco insieme di effetti audio, video e di sincronizzazione delle tracce, i quali sono gestibili mediante un apposito pannello di controllo. Si ha infatti accesso ad un equalizzatore grafico, uno spazializzatore e ad effetti per regolare tonalità, contrasto, luminosità, saturazione e gamma dei filmati riprodotti. Vi è inoltre la possibilità di eseguire dei ritagli orizzontali o verticali sui fotogrammi, cambiare la geometria di un riquadro e il profilo colore per ottenere risultati peculiari. Più in generale, il pannello delle preferenze fa apportare modifiche a interfaccia, audio, video, sottotitoli, ingresso, codificatori e combinazioni di tasti per la selezione rapida dei comandi. Chi vuole approfondire la conoscenza di VLC Media Player può consultare la nostra guida.

FreeWareIl meglio del software libero
Contrada CimorutoModugno (BA)
e-mail: alessio.ditommaso@gmail.com
Copyright © 2013